In ricordo di...

Vanni Rinaldi ci ha lasciato

Scompare con lui uno degli artisti più colti che l’Italia abbia conosciuto nel novecento e in questo scorcio del 2000. Le sue opere pittoriche, oltre ad essere di grande intensità creativa, coniugano e presentano aspetti di forte connessione con ambiti letterari. E’ stato a lungo l’artista preferito da poeti e scrittori per la sua generosità e per la sua abilità nell’esaltare con la pittura la letterarietà del testo di cui si occupava.
Esemplari sono le opere per le stazioni della “Via Crucis” realizzate per la Basilica di San Nicola in Carcere a Roma, le opere, rare, per la “Via Lucis” attualmente presso il Santuario di Fatima in Portogallo, il grande lavoro di studio de’ “La Divina Commedia” di Dante, nonché i dipinti dedicati alla connessione artistica tra Caravaggio e Bacon.
Gli scrittori e gli artisti della Federazione Unitaria Italiana Scrittori e di Federintermedia, colpiti dall’improvvisa scomparsa avvenuta ieri sabato 24 ottobre, rivolgono alla famiglia, alla Signora e ai Figli, le più sentite condoglianze anche a nome dei presidenti, proff. Francesco Mercadante e Natale Antonio Rossi.

Vanni Rinaldi, Via Lucis, prima stazione, “Gesù risorge da morte”,
presso il Santuario di Fatima in Portogallo

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la facilità d'uso. Utilizzando ulteriormente il sito Web accetti implicitamente la nostra privacy. Privacy policy